Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“La potenza dei miti e la grazia degli dei”, a cura del dott. Bruno Gentili

Mercoledì 6 marzo alle ore 18.30 avrà luogo la conferenza sull’antica arte tessile del Laos “La potenza dei miti e la grazia degli dei” a cura del dott. Bruno Gentili membro delle Associazioni Culturali  Italia-Asia e Cultural Paths. Da oltre 25 anni, egli studia e colleziona arte antica extraeuropea, con una  particolare predilezione per gli antichi tessuti e gioielli di diversi paesi ed etnie del Sud Est asiatico, del Giappone, dell’Indonesia, del Borneo, del Bhutan, oltre che di alcune etnie africane, e si interessa di antica arte sacra ed etnica himalayana e del Sud Est asiatico.
L’arte tessile nel Laos ha avuto per secoli l’importante e insostituibile ruolo di “tesoro culturale” delle etnie che vi abitano. I tessuti laotiani ci raccontano i miti antichi e gli dei, gli spiriti della terra e la vita quotidiana di questi popoli. Nel Laos il tessuto è sempre stato una straordinaria forma di arte diffusa, di uso quotidiano e familiare, fortemente identitaria per le numerose etnie che convivono da secoli in questa terra, unite tra loro da tradizioni antiche e religioni millenarie. I tessuti costituiscono una straordinaria testimonianza della maestria e della creatività di generazioni di ingegnose e pazienti donne del Laos, che hanno trasmesso nei secoli di madre in figlia un antico e prezioso sapere, con passione e perseveranza, un grande patrimonio di competenze tessili, decorative, simboliche, magiche, religiose e culturali così ricco e variegato da costituire un unicum irripetibile in tutta l’area del Sud Est asiatico.
Bruno Gentili
Nato nel 1949 a Milano
Dopo aver compiuto studi sia tecnici che umanistici, in particolare di Filosofia e Storia Economica, ha operato con ruoli manageriali in un importante gruppo industriale europeo.
Da oltre 25 anni studia e colleziona arte antica extraeuropea, con una  particolare predilezione per:
–         antichi tessuti e gioielli di diversi paesi ed etnie del Sud Est asiatico, del Giappone, dell’Indonesia, del Borneo, del Bhutan, oltre che di alcune etnie africane
–         antica arte sacra ed etnica himalayana e del Sud Est asiatico.
Svolge attività didattiche (docente di Storia dell’arte) nell’ambito dell’Università Terza Età.
Membro delle associazioni culturali “Italia-Asia” e “Cultural Paths”.
Ha tenuto conferenze con esposizione di proprie collezioni su alcuni temi delle culture dell’Asia, sia per la stessa Italia-Asia, in collaborazione con il Museo Arte e Scienza di Milano, sia per il FAI – Fondo Ambiente Italiano, sia per il CAI – Club Alpino Italiano.
Ha recentemente pubblicato un intervento sul tema dei tessuti laotiani nella rivista culturale “Quaderni asiatici”.

Potrebbero interessarti:

Ifigenia e Andromeda. E poi dei padri pagare i debiti – Quarto Bivio Lab

Ifigenia e Andromeda, donne giovanissime, entrambe figlie di re, entrambe condannate aespiare le colpe dei propri genitori, che, con leggerezza e superficialità, hanno scatenatol’ira….

Ecuba e Medea. Dare la vita. Perderla. Toglierla – Quarto Bivio Lab

Due volti di donne tenaci, madri che resistono alle intemperie, difficili, strappate al proprio popolo: Ecuba come prigioniera di guerra, Medea volontaria complice dell’eroe….

Clitemnestra e Penelope. In attesa del suo ritorno – Quarto Bivio Lab

Due ritratti di donne e mogli molto diverse, ma accomunate da una simile condizione: vittime indirette del più celebre conflitto di tutti i tempi,….