Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’autismo nello zaino – Mostra fotografica

Il MAS è lieto di ospitare la mostra fotografica di Riccardo Pravettoni dal 25 settembre al 2 ottobre 2019

Riccardo nasce il 21-05-1997, un bimbo bellissimo con sorrisi infiniti, rinchiusi a tre anni nella gabbia dell’AUTISMO, spenti infine dal dolore dell’isolamento.
Eppure una luce nei suoi occhi, divenuti sfuggenti e distaccati, si accendeva: celato dietro una macchina fotografica cercava di rubare un ricordo.
Il suo sguardo bizzarro e curioso, che lo ha accompagnato lungo il suo difficile percorso di vita, osserva il mondo da un’interiore e profonda prospettiva, e lo racconta con la purezza e l’ingenuità dell’Autismo.
Lungo il suo cammino Riccardo ha trovato nella fotografia una forma di espressione diretta, immediata, emozionale.
Grazie alla sua intraprendenza ed al suo coraggio, ha frequentato regolarmente le scuole primarie e Itsos Albe Steiner; ora è studente presso l’Istituto  Italiano di Fotografia.
Grazie alla sua naturale predisposizione ha maturato l’esigenza di scrivere fotograficamente racconti di vita.
Lo scorrere del tempo inteso come momenti di vita vissuta sono impressi dalla sua macchina con una sequenza logica temporale, affidandosi ad uno stile che modifica ogni volta per meglio esaltare la peculiarità di quel momento.
Convegni, manifestazioni, eventi sportivi, fotografia documentaria, sono i temi che più impersonano il suo racconto.
La denuncia sociale, intesa come lo scopo per raggiungere un miglioramento di ogni condizione, è il motore che alimenta la sua personale ricerca e creatività.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, mercoledì 25 settembre, verrà presentato anche il libro “L’autismo nello zaino e le incredibili avventure di Ricky”.

E’ necessaria la prenotazione per una delle tre presentazioni che si terranno rispettivamente alle ore 18.30 – 19 e 19.30

WhatsApp. 339 2791290 – mail lory.c@icloud.com

Potrebbero interessarti:

Ifigenia e Andromeda. E poi dei padri pagare i debiti – Quarto Bivio Lab

Ifigenia e Andromeda, donne giovanissime, entrambe figlie di re, entrambe condannate aespiare le colpe dei propri genitori, che, con leggerezza e superficialità, hanno scatenatol’ira….

Ecuba e Medea. Dare la vita. Perderla. Toglierla – Quarto Bivio Lab

Due volti di donne tenaci, madri che resistono alle intemperie, difficili, strappate al proprio popolo: Ecuba come prigioniera di guerra, Medea volontaria complice dell’eroe….

Clitemnestra e Penelope. In attesa del suo ritorno – Quarto Bivio Lab

Due ritratti di donne e mogli molto diverse, ma accomunate da una simile condizione: vittime indirette del più celebre conflitto di tutti i tempi,….