Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ciclo di conferenze “Criteri scientifici per incrementare il potere attrattivo di un’opera d’arte”

Nicola Colecchia, neural psychologist, già docente di Psicologia Generale presso L’Università di Bologna e la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Chieti, ha svolto ricerche specifiche sulle basi biologiche del gusto estetico e sui processi di “elaborazione automatica” delle informazioni visive e polisensoriali.
Utilizzando il modello delle reti neurali ha dimostrato che il successo o l’oblio di una determinata opera d’arte sono determinati da meccanismi biopsichici sottostanti alle stratificazioni culturali e stilistiche della stessa opera.
Attualmente dirige Synapticart,laboratorio di ottimizzazione dei sistemi visivi e polisensoriali.

www.nicolacolecchia.it
–      Nella prima conferenza del  30 gennaio 2013, intitolata “Arte e Scienza Oggi” si affrontano tre temi :
a)       l’evoluzione storica dei modelli e degli approcci scientifici alle arti visive (matematica, teorie psicologiche, tecnologie digitali, microanalisi strumentali per la datazione di opere, neuroestetica);
b)       la pionieristica applicazione del modello delle reti neurali autogenerative ai sistemi visivi complessi;
c)       l’utilità operativa della modellistica neurale sia per la genesi che per la fruizione delle arti visive.

Potrebbero interessarti:

Milano Museo City 2024

Visita guidata | Il gioco e la lavagna Visita guidata alla mostra fotografica “Il gioco e la lavagna” che ci trasporta nel mondo dei….

Finding Leo – contest artistico

LA TUA OPERA IN UN MUSEO Finding Leo è un percorso didattico dedicato agli studenti dagli 11 ai 18 anni, strutturato in 4 Fasi….

Mercoledì serata al MAS

Da mercoledì 14 febbraio 2024 il museo apre le sue sale una sera alla settimana fino alle 20 per permettere proprio a tutti di….